Report

 

PAEDOPHILIA: BALENO OPERATION, 150 UNDER INVESTIGATION

 

 

 

 

Roma - Operazione internazionale antipedofilia "Baleno"

 

 

Comando Provinciale di Roma

 

10/05/2006 Ore 18:00

 

Oltre 150 persone indagate nel corso di un'indagine internazionale contro la pedofilia on line. Nella mattinata odierna, le Forze di Polizia di Austria, Belgio, Estonia, Francia, Italia, Lituania, Olanda, Rep. Slovacca, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria e Stati Uniti coordinate dall'Ufficio Europeo di Polizia (Europol), sono intervenute simultaneamente, effettuando numerosi arresti e perquisizioni. Oggetto delle indagini un'associazione a delinquere, ramificata e sviluppata in quasi tutto il mondo, con lo scopo di consentire lo scambio di materiale pedo-pornografico. L'operazione, convenzionalmente denominata "Baleno", è stata avviata dal Child Pornography Team della Polizia olandese che ha fornito le prime indicazioni circa l'esistenza di una vasta organizzazione telematica, attiva sulla rete Internet, i cui membri detenevano e distribuivano ingenti quantità di materiale pedo-pornografico. Le prime risultanze investigative sono state raccolte in un dossier che è stato quindi consegnato al quartier generale di Europol a L'Aja, affinché venissero attivate tutte le procedure utili per il coinvolgimento delle Forze di Polizia dei paesi di appartenenza dei sospetti. I membri della comunità virtuale utilizzavano sofisticate tecniche di navigazione anonima e criptazione dei files pedo-pornografici, che venivano poi depositati utilizzando servizi Internet gratuiti. Importante anche la collaborazione sempre più stretta tra Europol e Stati Uniti, dove l'indagine è stata portata a termine dalla Innocent Images Unit dell'FBI. In Italia, l'intera attività investigativa, condotta dalla Sezione Criminalità Informatica del Nucleo Operativo dei Carabinieri di Roma, è stata coordinata dal Pubblico Ministero Dott. Nicola Maiorano della Procura della Repubblica di Roma. La parte italiana vede coinvolte, per il momento, due persone sospettate di appartenere alla comunità virtuale e risultate essersi procurate materiale illecito dai server gestiti dal gruppo. Si tratta di un commerciante cinquantenne di Genova e di un impiegato quarantenne di Salerno.

 

 

 

Pedofilia on line:operazione postale Trento, un arresto e 17 denunce.

 

La Polizia Postale di Trento ha arrestato una persona e ne ha denunciate 17, nel corso di una importante operazione su tutto il territorio nazionale per il contrasto al fenomeno della pedofilia on-line.
La complessa indagine, effettuata con lausilio di moderne tecnologie e di attività sotto copertura ha permesso di individuare numerosi detentori di materiale pedopornografico riguardante minori (anche degli anni dieci).Lindagine ha avuto come oggetto il monitoraggio dei servizi di File Sharing, al fine di contrastare il diffuso fenomeno della pedopornografia attraverso il PEER-TO-PEER ed ha portato al sequestro di decine di computers, circa mille floppy disc e cd room, nastri audio visivi ed altri supporti contenenti materiale di pornografia minorile.
Loperazione, che ha interessato diverse città italiane della Lombardia, Lazio, Campania, Sicilia, Basilicata, Puglia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana e Marche, è stata eseguita con il coordinamento operativo del Servizio Polizia Postale.

 

18/05/2006